SL001 – Vecchia lampada recuperata

A volte nei mercatini rionali di cianfrusaglie, si trovano anche delle cose interessanti, oggi vi parliamo di una vecchia torcia con telaio metallico di circa 60 anni fa.

Nonostante gli anni, era ancora in buone condizioni, niente ruggine, nessun bisogno di riverniciature, unico problema, la lampadina mancante e il vetro frontale rotto.

Dopo aver rimosso i vari pezzetti di vetro e sostituito il vetrino frontale con un dischetto di polyver, come prima cosa si è reso necessario uno smontaggio totale della torcia per una pulizia accurata.

Fatto questo, si è presentato il problema della pila, il modello SUPERPILA serie oro del tipo montato, non si trova più nemmeno pagandolo oro, ma la sua costruzione in cartone con gli elementi interni incollati a pece, ha permesso uno smontaggio completo per poi rimontare il solo contenitore esterno in cartoncino su supporto di cartone spesso.

Dopo aver provato alcune lampadine (senza successo) ecco la decisione improvvisa, quella di montare un diffusore a led.

Il diffusore proviene da una lampada domestica (dove era bruciato l’ alimentatore switching) composto da 24 led di colore bianco caldo montati in parallelo a gruppi di 3, a loro volta montati in serie a di 8 gruppi, tali da funzionare a circa 24V 400mA, (valore abbastanza elevato, equivalenti a una lampada a filamento di 75W).

A questo punto le soluzioni erano 2, quella di montare una batteria da 24V all’ interno del contenitore in cartone della vecchia pila, oppure di montare alcuni elementi NiMH con un survoltore switching per alimentare i led..

Non abbiamo scelto nessuna delle due soluzioni, passando a una terza prima impensata, quella di agire direttamente sulla piastra a led recidendo alcune piste per modificare il circuito da 8 gruppi da 3 led in serie per crearne 4 indipendenti come rappresentato nello schema qui riportato.

Alla fine come sorgente di alimentazione abbiamo utilizzato un pacco batterie da 7,2V recuperato da una scopa elettrica, a sua volta inserito all’ interno della custodia della vecchia pila.

La piastrina autodissipante in alluminio sulla quale sono montati i 24 led, è stata inserita all’ interno del faretto, incollata sulla coppetta (purtroppo in alcuni punti non più argentata) che in questo caso non ha più funzione da specchio parabolico e i fili collegati a quelli del portalampade.

Il risultato? Una valida torcia a led molto luminosa ricaricabile attraverso la presa 12V in auto o con un caricabatteria e il gioco è fatto.

Ti è piaciuto questo progetto?
Iscrivite oggi stesso alla nostra newsletter e ricevi gli aggiornamenti su tutti i nostri nuovi progetti direttamente nella tua email!
I agree to have my personal information transfered to MailChimp ( more information )

Lascia una Risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Web Hosting