MT001 – Voltmetro per controllare la batteria dell’ auto

Succede spesso di restare a piedi la mattina, quando nel preciso istante che si gira la chiave, si sente il motorino di avviamento fare solo mezzo giro e le luci del quadro si affievoliscono fino quasi a spegnersi.

Il tutto accade perché non abbiamo dato peso ai segnali che la batteria stessa ci dava e adesso la stessa ci presenta il conto (anche salato) perché l’ elettrauto o il meccanico mette in conto anche la chiamata di soccorso (se poi si chiama il 116 è peggio) più il costo della batteria nuova, più lo smaltimento di quella esausta.

La batteria, questo componente spesso trascurato, perché se per i livelli di olio e liquido di raffreddamento è facile controllarli (chiunque è in grado di vedere il livello con l’ astina o di vedere le tacche di riferimento sul serbatoio di recupero del liquido refrigerante) sapere se la batteria è buona o in pessime condizioni, non è poi così apparente.

Ogni batteria PbSO4 è composta da un gruppo di 6 celle (ognuna in grado di erogare 2V) al cui interno sono presenti delle piastre di piombo ricoperte da ossidi particolari separate da una membrana porosa e immerse a loro volta nell’ elettrolita formato da acido solforico diluito in acqua demineralizzata.

Col tempo e l’ usura, queste piastre si logorano e si ricoprono di derivati solforosi, perdendo progressivamente parte della loro capacità di immagazzinamento.

Quando tutto questo accade, bisogna intervenire sostituendo la batteria stessa con una nuova.

Il circuito che vi presentiamo oggi, non è altro che un voltmetro indicatore che in base alla posizione della lancetta di lettura, è possibile vedere a colpo sicuro se la batteria è buona, se è possibile usarla ancora a lungo o se invece è esausta.

Se la lancetta dovesse indicare un valore compreso tra l’ 85% e il 100% allora va tutto bene, se il valore risultasse compreso tra il 50 e il 85% sarebbe utile intervenire con una carica di mantenimento (un alimentatore a corrente costante o il nostro MU001 vanno benissimo), specialmente nei periodi invernali.

Se dovreste vedere che il valore di riferimento risultasse inferiore al 30% consigliamo di recarvi da un elettrauto per un controllo approfondito, perché se la batteria è vecchia, meglio sostituirla prima di restare a piedi, ma se ha meno di 2 anni, potrebbe esserci un problema all’ alternatore che non carica bene oppure semplicemente il motore resta acceso troppo poco tempo (tipico dei brevi spostamenti in città) e fa fatica a caricare la batteria.

 

Schema elettrico:

Come detto in precedenza si tratta di un voltmetro, in grado di leggere valori compresi tra 11,9V e 12,8V, che in base alla tabella qui riportata corrisponde alla percentuale di carica della batteria.

Per avere un riferimento minimo diverso da zero, abbiamo ricreato uno zero virtuale grazie a R1, R2, R3e DL1, poi abbiamo sottratto il valore minimo da non considerare (9V ottenibili con 3 led che a loro volta hanno una caduta di 3V) grazie a DL2, DL3 e DL4.

Gli stessi led, posizionati dietro lo strumento (o in altri punti utili a illuminarlo) servono anche a illuminare la scala, se collegando il voltmetro alla batteria, non notate alcuna reazione, la batteria è in cortocircuito o irrecuperabile, in questo caso nemmeno collegando i cavi con un'altra auto, potreste ripartire.

 

Elenco componenti MT001:

R1 = 2,2KΩ 0,25W

R2 = 470Ω trimmer

R3 = 1,5KΩ 0,25W

R4 = 1KΩ 0,25W

R5 = 470Ω 0,25W

R6 = 10KΩ trimmer

D1 = diodo 1N4148

D2 = diodo 1N4148

DL1 = diodo led bianco 5mm

DL2 = diodo led bianco 5mm

DL3 = diodo led bianco 5mm

DL4 = diodo led bianco 5mm

 

Anche per questo circuito abbiamo predisposto il PCB sul quale saranno montati anche i led che oltre a produrre le tensioni di riferimento, servono anche a illuminare lo strumento in caso di scarsa luce esterna.

Taratura:

Per la taratura non servono strumenti complessi, nemmeno andare in officina, basta avere un voltmetro digitale (o un multimetro) e un alimentatore regolabine (come il nostro LU006) e procedere come segue:

collegare all’ alimentatore il nostro analizzatore MT001 in parallelo al voltmetro, accendere l’ alimentatore e regolare fino a leggere in uscita una tensione di 11,9V.

Regolare ora il trimmer R2 fino a vedere la lancetta alzarsi leggermente dallo zero (una o due tacche), aumentare ora la tensione di uscita, portandola a 13V e regolare R6 fino a far coincidere la lancetta col fondo scala (carica al 100%), fatto questo lo strumento è pronto.

Ti è piaciuto questo progetto?
Iscrivite oggi stesso alla nostra newsletter e ricevi gli aggiornamenti su tutti i nostri nuovi progetti direttamente nella tua email!

Lascia una Risposta